I Tool Indispensabili per il copywriting

i tool indispensabili per il copywriting

Una delle prima domande che ci si pone quando si deve scrivere un articolo è come trovare gli argomenti da trattare. Esistono numerosi tool che possono aiutare il copywriting nella corretta scelta ed elaborazione di un articolo.

Prima di vedere quali sono questi strumenti, alcuni dei quali diventeranno indispensabili, è bene precisare che oggi per scrivere sul web essere bravi ad elaborare un buon testo non basta. L’operato del copywriting viene valutato da Google che attraverso i suoi strumenti giudica la qualità del lavoro stabilendo quale contenuto merita di essere posizionato e quindi letto e quale invece no.

Il copywriting letteralmente, consiste nella scrittura di testi. Molti si scontrano sulla sua definizione cercando di trovarne una che meglio delinei tale attività. Potrebbe essere definita l’arte di scrivere testi adattati alle regole del web risultando persuasivi per gli utenti, naturalmente offrendo loro contenuti di qualità che rispondono alle loro domande.

Scopriamo alcuni dei tool tra i preferiti per il copywriting.

 

Kit per Copywriting jobs

Keyword Planner

Tool che non ha bisogno di presentazioni, forse il tool SEO per eccellenza. Questo strumento consente di definire il volume di ricerca di una keyword e di ottenere dati molto più specifici se si hanno campagne AdWords attive.

Assistente Editoriale di SEOZoom

L’Assistente Editoriale consente di redigere contenuti ottimizzati per i motori di ricerca. Accedendo a questo strumento è sufficiente: inserire la keyword principale, oppure importare una keyword research fatta in precedenza; aggiungere keyword secondarie da poter inserire nel testo. A questo punto si apre direttamente l’editor che è una vera e propria guida nell’elaborazione del contenuto a partire dal title e meta description, oltre ad attribuire dei punteggi che sono suddivisi per sezione.

Ubersuggest

Si tratta di un programma gratuito che consente d’individuare le query di una keyword da trattare per poter rispondere alle esigenze delle ricerche degli utenti. E’ molto semplice da usare, si deve solo inserire la parola per la quale si vogliono ottenere le keywords pertinenti e selezionare la lingua. Ubersuggest permette di determinare le long tail keywords, le parole chiave a coda lunga, valide al fine di avere maggiori informazioni sulle ricerche fatte dagli utenti e utili come spunto per gli argomenti da trattare negli articoli.

Answer the public

Si tratta di uno strumento moto facile da usare e completamente gratuito. Per la versione free è possibile utilizzarlo anche senza eseguire la registrazione, basta semplicemente scegliere la lingua e indicare la keyword. Answer the public restituirà una serie di topic inerenti a domande, preposizioni e comparazioni, ognuna indicata con una ruota dove i raggi rappresentano dei probabili titoli da poter usare. Di seguito un esempio per la parola chiave “copywriting”.

AnswerThepublic

 

Rappresenta un valido supporto per il posizionamento sul motore di ricerca poiché consente di argomentare le ricerche degli utenti offrendo loro contenuti in linea con ciò che domandano.

Google Suggest

Strumento, semplicissimo, che permette di scoprire il modo in cui gli utenti effettuano la ricerca e cosa cercano.

Goole Trends

SEO tool gratuito, consente di scoprire il trend, il momento, in cui pubblicare un articolo grazie alla possibilità di capire le evoluzioni di ricerca di un determinato tema. Strumento da utilizzare anche per poter organizzare il proprio calendario editoriale.

 

I tool elencati, sono solo alcuni degli strumenti che ci consentono di capire cosa gli utenti cercano su Google e avere informazioni utili per poter realizzare dei contenuti che possano essere premiati, ovvero posizionati in prima pagina.

 

Organizzare il lavoro

Una volta delineate le parole chiave e di conseguenza quali sono gli argomenti da trattare, sarebbe utile stilare un calendario editoriale. Anche in questo caso esistono degli strumenti che possono essere di supporto per organizzare il lavoro.

XMind

Software gratuito che consente di creare delle vere e proprie mappe concettuali. Le mappe risultano essere dei validi alleati per ordinare contenuti, schematizzare il lavoro da svolgere o organizzare le parole chiave.

Trello

Consente di pianificare il proprio lavoro attraverso la creazione di schede/bacheche ed elenchi per ciascuna attività. Grazie alla possibilità di spostare le schede si è in grado di gestire e valutare lo svolgimento e l’avanzamento delle attività. Utile se si deve organizzare il lavoro ad esempio quando si devono rispettare delle date di consegna e/o di pubblicazione degli articoli.

 

Il lavoro non è ancora finito

Scritto l’articolo il lavoro del copywriting non è ancora giunto a termine. Prima della pubblicazione è fondamentale ispezionare l’argomento e valutare se è sfuggito qualcosa.

Uno strumento online che può essere d’aiuto è Screaming Frog SEO Spider (https://www.screamingfrog.co.uk/) consente, fino a un numero di parole, di analizzare il testo e valutare se è sfuggito qualcosa come il tag H1, la meta description, link che riportano 404. Con questo programma sarà molto più semplice apportare le corrette modifiche agli articoli del tuo blog.

Rileggere un articolo più e più volte, magari anche a distanza di un certo lasso di tempo, consente di poter controllare la forma e l’eventuale ripetizione di parole, infatti, può succedere che anche dopo varie riletture qualcosa possa sfuggire. Un’applicazione che può venirci in soccorso è repetition-detector (http://www.repetition-detector.com/?p=online ) che segnala le ripetizioni presenti nel testo evidenziandole con colori diversi.

Ogni articolo deve rispettare le ormai ben note regole quali: i criteri di lunghezza ovvero non meno di 400/500 parole, meta description, tag, immagini, titoli e contenuti originali.

A prescindere dai vari tool che si hanno a disposizione e quali scegliamo di utilizzare, che restano comunque dei validi strumenti d’aiuto, la qualità e l’unicità di un articolo dipende dalla buona capacità di scrittura e naturalmente dalla bravura nel sapere comunicare all’utente le informazioni che stà cercando per quel determinato argomento. Infine, come già detto, è fondamentale una rilettura finale.

Quali sono, invece, i tool che tu utilizzi per il copywriting?

Lascia una risposta