WhatsApp Marketing: come sfruttarne le potenzialità

whatsapp marketing

Il servizio di messaggistica principale oggi è senza dubbio WhatsApp che ha raggiunto 1,5 miliardi di utenti attivi mensilmente in tutto il mondo e oltre 1 miliardo di persone connesse ogni giorno.

Creata nel 2009 e acquisita da Zuckerberg nel 2014 ha numeri in costante crescita. Ciò è dovuto essenzialmente al fatto che tra tutte le applicazioni di messaggistica istantanea disponibili, WhatsApp si presenta come la più pratica e completa in circolazione. É infatti semplice da utilizzare, immediata e veloce e si presta perfettamente anche per la gestione di gruppi di lavoro e per la comunicazione aziendale.

Ad agevolare la diffusione di WhatsApp è stata certamente la possibilità di inviare messaggi gratuitamente usando la rete dati tramite smartphone, di fatto sostituendo e azzerando i costi relativi agli SMS degli operatori telefonici per mobile. La messaggistica funziona proprio perché i messaggi sono semplici, informali, rapidi e offrono molte più funzionalità degli SMS tradizionali.

Oggi WhatsApp viene utilizzato tanto per comunicare quanto per condividere contenuti che normalmente si trovano su Facebook o Youtube. La sua diffusione è stata trasversale nel tempo e ha conquistato anche fasce di pubblico poco inclini alle piattaforme social.

L’evoluzione dell’applicazione

La prima rivoluzione che ha permesso un utilizzo alternativo della piattaforma è stato WhatsApp Web. Si tratta in sostanza di un sito web che consente di sincronizzare pc e smartphone, in modo tale da visualizzare sullo schermo del computer i messaggi ricevuti sul dispositivo mobile.

Per attivare questo servizio basta selezionare “WhatsApp Web” dalle impostazioni dello smartphone e inquadrare con la fotocamera il codice QR visualizzato sul sito dal pc per ottenere una sincronizzazione immediata pc-smartphone.

Il vantaggio di questa soluzione sta nella possibilità di condividere facilmente tutti i file contenuti nel computer, gestendoli come se si stesse utilizzando lo smartphone.

Dal gennaio 2018 poi è diventato disponibile sul Google Play Store di diversi paesi quali Indonesia, Italia, Messico, Regno Unito e Stati Uniti WhatsApp Business. Si tratta di una selezione di paesi non casuali bensì dove questo servizio di messaggistica è più diffuso.

In Italia, infatti, WhatsApp è al primo posto per numero di download e di utenti attivi al mese e, insieme a Facebook Messenger, ha registrato un tasso di crescita praticamente doppio rispetto a Facebook.

Perché le aziende dovrebbero utilizzare WhatsApp?

Il motivo fondamentale per cui i brand traggono vantaggio dall’uso di WhatsApp sta nel fatto che un’ampia parte di clienti lo utilizza. Del resto i numeri sono evidenti: quotidianamente vengono inviati oltre 50 miliardi di messaggi tramite WhatsApp che presenta anche un tasso di engagement molto elevato: il 98% dei messaggi vengono letti da mobile e il 90% di questi vengono visualizzati entro pochi secondi dalla ricezione.

Inoltre diversi studi evidenziano anche altri due motivi per cui WhatsApp va necessariamente considerato come canale di comunicazione aziendale:

  • circa il 90% degli intervistati preferisce comunicare con le aziende attraverso SMS e app di messaggistica istantanea;
  • il 77% mantiene attive le notifiche per i messaggi, mentre solo il 42% attiva quelle delle app social.

Del resto WhatsApp Business nasce proprio dall’esigenza di uno strumento più professionale che permette alle aziende di restare in contatto con i clienti, agevolando le conversazioni con i consumatori.

I benefici di WhatsApp Business

Questa versione della App si rivolge ad utenti di tipo business, che possono essere aziende, enti pubblici, esercizi commerciali e permette di creare un profilo aziendale, non solo inserendo come immagine il logo, ma anche includendo informazioni utili come l’indirizzo della sede, quello del sito web, la mail per i contatti ed anche gli orari di apertura e chiusura dell’attività.

Uno dei grandi vantaggi di WhatsApp Business è il supporto ai propri clienti.

Tramite l’impostazione di risposte automatiche, seguendo la strada già percorsa dal sistema di messaggistica di Facebook che prevede per le pagine la possibilità di impostare messaggi automatici: ad esempio per dare il benvenuto a chi ci contatta per la prima volta oppure per fornire informazioni tempestive quando si è assenti o non disponibili.

Allo stesso tempo è molto questo strumento è ideale anche per impostare delle risposte rapide prestabilite, utili per le domande più frequenti, come una sorta di automatizzazione delle FAQ.

Attraverso WhatsApp Business inoltre si possono diffondere informazioni in modo rapido e professionale, come ad esempio le ultime novità dello shop fisico o online, ad un gruppo di clienti fidelizzati.

L’utilizzo tuttavia è appannaggio di piccole e medie imprese poiché la gestione del customer care presenta delle limitazioni quando il numero di clienti è notevole. Ad esempio non è possibile inviare contemporaneamente lo stesso messaggio ad un numero elevato di utenti, ma le liste broadcast consentono l’inserimento di un massimo di 256 utenti, per cui WhatsApp non è l’ideale per azioni di marketing su ampia scala.

I limiti di WhatsApp Business

Attualmente questa versione dell’app non è ancora disponibile anche per iPhone ma è scaricabile solo su Android. La maggiore limitazione all’utilizzo attualmente consiste nell’impossibilità di utilizzare lo stesso account WhatsApp Business da dispositivi diversi.

Pertanto si può associare la App soltanto ad un numero di cellulare unico (è evidente quindi che non è possibile condividere tra più colleghi l’utilizzo dell’applicazione). In sostanza quindi non si può usare lo stesso numero sia per WhatsApp che per WhatsApp Business, ma per differenziare bisogna avere un numero di telefono (e un telefono) dedicato.

CONCLUSIONI
A oggi WhatsApp tende a essere ancora un’applicazione dedicata all’uso personale ma, come abbiamo appena visto, può essere impiegato con successo anche per la comunicazione aziendale.

Whatsapp rappresenta infatti la nuova frontiera del marketing essendo uno strumento molto efficace per l’assistenza ai clienti. Inoltre attraverso il customer care via WhatsApp i brand possono approfittarne per rafforzare l’identità del marchio, con innegabili effetti positivi sulla brand awareness e sulle vendite.

In questo modo si riesce non solo a fare upselling, ma ad aprire anche un canale di comunicazione attraverso il quale fornire un servizio unico e diretto al proprio target. Questo è un ottimo modo per sfruttare le potenzialità di Whatsapp come un autentico strumento comunicativo e di marketing, creando una comunicazione peculiare di tipo interattiva e personalizzata.

Lascia una risposta