Brand Awareness: cos’è e come aumentarla

Brand Awareness

Uno degli aspetti più trascurati dall’attività di marketing di un’azienda o di un libero professionista è la Brand Awareness. Probabilmente perché pochi sanno di cosi si tratta. Eppure è uno degli elementi essenziali di una buona strategia di web marketing.

Cos’è la Brand Awareness?

La Brand Awareness è la Notorietà della marca, cioè la misura di quanto il brand è popolare e riconosciuto nella mente delle persone, in modo da ricordarlo e collegarlo immediatamente ai prodotti o servizi che necessitano.
In sostanza, l’obiettivo della Brand Awareness è che quando un utente ha bisogno di un determinato prodotto o servizio, deve pensare subito al tuo marchio. Quando ciò avviene, il potenziale acquirente comprerà ciò che gli serve dalla tua azienda in maniera diretta e senza vagliare altre alternative. Diverse ricerche di marketing infatti dimostrano che spesso la semplice conoscenza del nome può portare il consumatore a scegliere quella marca anziché un’altra, proprio perché trasmette maggiore familiarità e affidabilità.
Per questo il concetto di Brand Awareness diventa centrale. La conoscenza del marchio è un meccanismo determinante per influenzare il comportamento dei consumatori, per fare in modo che il tuo nome si colleghi alla soddisfazione di determinati valori. La capacità del cliente di ricordare e riconoscere un nome, legandolo a specifiche esigenze, è fondamentale per il processo decisionale.

Calcolare La Tua Brand Awareness con la piramide di Aaker

Prima di conoscere come aumentare la Brand Awareness, è necessario saperla calcolare.
Un famoso economista statunitense, David Aaker ha introdotto lo schema di una piramide composta di quattro piani che rappresenta i 4 livelli possibili di notorietà di un brand.

piramide di Aaker

  • Il primo livello (“unaware of brand”) è quello più basso e rappresenta l’assenza di conoscenza del brand, quindi l’anonimato del prodotto. Per cui se nessuno riconosce il tuo brand è ora di iniziare a migliorare per diffondere la conoscenza di chi sei e cosa fai.
  • Il secondo livello (“brand recognition”) consiste nella conoscenza superficiale del brand, cioè soltanto in pochi conoscono il tuo brand e i tuoi prodotti.
  • Il terzo livello (“brand recall”) rappresenta già un notevole miglioramento come posizione del tuo brand perché significa un riconoscimento diffuso del marchio e in molti pensano a te in relazione a quel prodotto o servizio.
  • Il quarto livello è il vertice della piramide, è definito “Top of Mind” e significa che in maniera immediata ed automatica i consumatori scelgono te come principale riferimento per i prodotti o servizi che proponi. Quindi il lavoro svolto è ottimale.

Per conoscere la misura della brand awareness in rete dobbiamo rivolgerci a due strumenti principali:
Gli Analytics di Google e gli Insights di Facebook. Attraverso questi due canali, infatti, è possibile monitorare il traffico presente sul nostro sito e comprendere quanto siamo effettivamente apprezzati, quindi il livello quantitativo (notorietà) e qualitativo (immagine di marca) del brand.
In questo modo, con Analytics puoi avere informazioni precise riguardo il traffico di utenti sul sito, sul numero di visite, di conversioni, sulla frequenza di rimbalzo e tanti altri dettagli ancora. Mentre con gli Insights relativi a Facebook potrai visionare ulteriori indicazioni di notorietà a livello social del tuo brand in modo da intrecciare i dati con Analytics e definire una corretta strategia di marketing utile ad accrescere e rafforzare la tua Brand Awareness.

Come Aumentare La Tua Brand Awareness

Esistono diversi strumenti per aumentare la notorietà del tuo marchio.
Qui però vogliamo elencare quelli che sono i 3 principali.

1. Creare contenuti di qualità.
La creazione di contenuti di valore è connessa all’attività di SEO che è fondamentale per una strategia di content marketing efficace ad aumentare la brand awareness. Il blog è lo strumento migliore da utilizzare per diffondere i nostri contenuti avendo come obiettivo informare l’utente su un determinato argomento, al fine di offrire agli utenti delle risorse utili ed efficaci. Fare un buon lavoro SEO e link building permette al tuo sito di stare nelle prime posizioni di ricerca ed avere una maggiore visibilità.
Consente infatti di raggiungere risultati ottimali nell’arco di qualche mese, di incrementare la visibilità del brand stesso all’interno dei motori di ricerca e di conseguenza aumentarne la sua notorietà di marca.

2. Presenza sui Social Media.
I social media oggi sono un canale imprescindibile quando è necessario rendere il proprio marchio popolare, accessibile e coinvolgente, creando engagment e interazione social attorno ad esso.
I social media infatti contribuiscono ad aumentare in modo notevole la visibilità del tuo marchio e in più consente di entrare strettamente in relazione con il tuo pubblico. Tutto

Lascia una risposta